Differenza tra prestiti dalle banche e prestiti dalle finanziarie

cessione del quinto

Quale tipologia di prestito è meglio scegliere tra una banca e una agenzia finanziaria?

cessione del quintoQual’ è la differenza dei costi applicati per i prestiti concessi dalle banche, i prestiti concessi dalle finanziarie e per i prestiti veloci online richiesti tramite siti specializzati da ricercare in rete ?.

Nel caso in cui bisogna scegliere tra varie offerte di prestiti è il caso di tenere conto dell’onerosità totale di ognuna di esse, senza fermarsi alla valutazione esclusiva della rata mensile oppure del TAN.

Ciò nonostante, si tratterebbe di un’azione a volte non facile da operare, poiché le parti di spesa di un finanziamento possono essere numerose (somma erogata, interessi, spese accessorie, possibili spese iniziali, costi relativi a premi di polizze assicurative) e non sono semplicemente stimabili in modo rapido.

Genericamente, osserviamo quali sono gli elementi che è necessario tenere conto prima di stipulare un contratto di finanziamento. Prima di tutto, i tassi, ossia il TAN e il TAEG.

Il TAN rappresenta il tasso autentico, ovvero quello impiegato per determinare il calcolo del piano di ammortamento e dunque, dell’importo degli interessi e di ciascuna rata.

Il Tan non prende in considerazione di altri potenziali costì e oneri connessi al finanziamento, dunque non è un elemento sufficiente per poter vagliare l’onerosità di un finanziamento e per raffrontare differenti offerte.

Il TAEG prende, invece, in considerazione del TAN e delle varie spese accessorie obbligatorie connesse al prestito.
Il TAEG espone dunque, in sostanza, il costo totale dell’operazione e semplifica la comparazione con le diverse offerte.

E’ appena il caso di aver presente che l’indicazione del TAEG è prevista dalla legge per tutte le varie forme di prestito e che il raffronto perfetto va compiuto tra soluzioni di prestiti analoghe, ovvero dello stesso importo e di uguale durata.

Occorre inoltre tenere conto che nel calcolo del TAEG non sono incluse le spese che si considerano opzionali, ovvero quelle spese che non sono richieste tassativamente dalla finanziaria al fine di poter elargire il finanziamento.

Innanzitutto, dunque, non sono incluse nel TAEG le spese dei bolli e tasse, che sono tuttavia obbligatorie ma non sono pretese dalla banca o dalla finanziaria.

Differente è l’ipotesi delle polizze assicurative che non so no ufficialmente previste, anche se nella prassi la loro stipulazione viene promossa dalle banche e dalle finanziarie a coloro che richiedono un prestito, con l’opportunità di poter in questo modo avere migliori condizioni di prestito in relazione al TAN oppure di avere un importo finanziabile superiore.

Il costo delle medesime polizze assicurative viene annoverato nella somma di ciascuna rata e in alcuni casi viene incluso nell’importo del prestito, originando esso stesso degli interessi.
Il costo delle polizze assicurative per la richiesta di un finanziamento potrebbero dunque essere anche particolarmente alto e farebbero aumentare in maniera considerevole il costo effettivo del prestito rispetto al TAEGstabilito.

Altra ipotesi da vagliare in maniera oculata è quella dei così chiamati finanziamenti a tasso zero, nei quali il TAN per il colui che da richiesta del finanziamento non è previsto e gli in teressi rimarranno a carico della banca e del commerciante. Bisogna, tuttavia, vagliare ogni volta anche il valore del TAEG.

Il finan ziamento potrebbe infatti prevedere vari tipi di spese e costi (istru­zione e gestione pratica, incasso rata, assicurazioni, commissioni ecc.), che vanno comunque sostenuti dal cliente e che potrebbero quindi incrementare anche notevolmente il costo reale del finanzia mento rispetto al tasso zero del Tan.

Come già in precedenza evidenziato, i tassi che vengono applicati ai prestiti dalle diverse banche o finanziarie possono essere anche molto differenti, variando in sostanza il costo del valore dell’operazione.

In base ai dati diffusi dal Ministero del Tesoro e dalla Banca d’Italia, si ha modo di rilevare che i tassi medi, determinati come TAEG applicati nel nostro Paese nei vari trimestri dall’anno 2006 all’anno 2008 per prestiti personali maggiori a 5 mila euro proposti da istituti di credito e da finanziarie e perprestiti finalizzati variato in questi ultimi anni tra il 10% e il 13%, in relazione dell’istituto che ha erogato il finanziamento.

In sostanza , le banche hanno applicato tassi maggiormente moderati, attestandosi tra il 10% e l’11%.
Le condizioni finanziarie più care risultano di norma essere relative ai prestiti erogati dalle società finanziarie, con tassi che vanno tra il 12% e il 13%.
I tassi medi dei Taeg relativi alle migliori offerte di prestiti online negli stessi trimestri la media dei tassi mesi (TAEG) ha oscillato tra il 6% e il 7%.

Facciamo un esempio: per un prestito veloce on line dimostrativo di 20.000 €. per acquistare un’autovettura da rimborsare in 48 mesi, vedremo che la differenza a confronto dei tassi medi di mercato è stata dunque del 4% o del 5% in meno, con vette di circa 7 punti.
Tale differenza, su un prestito di 20.000 €., si sarebbe dunque semplificata in un ri sparmio tra i 1.900 €. e i 3.000 €. per un rimborso in 4 anni.
In caso di rimborso in 10 anni il risparmio sarebbe stato naturalmente ancora superiore, ossia tra i 5.400 e i 9.000 €..

Le categorie di approfondimento

informazioni su prestiti

La pagina principale della sezione prestiti

elementi del contratto

Elementi che caratterizzano un contratto di prestito

ESTINZIONE ANTICIPATA

Quando si vuole estinguere anticipatamente un prestito.

PRESTITI A CASALINGHE

Come far ottenere un finanziamento alle casalinghe senza reddito.

insegnanti precari

In aiuto degli insegnanti scolastici con un contratto precario.

prestiti sindacati

Una nuova tipologia di prestiti comparsa nel mercato finanziario.

PRESTITI SENZA GARANZIA

Per chi non può fornire garanzie è possibile richiedere un prestito? Si.

PRESTITI SENZA REDDITO

Senza avere un reddito dimostrabile è possibile ottenere un prestito.

prestiti senza busta paga

E' possibile ottenere un prestito anche in mancanza di busta paga? Si.

PRESTITI DELEGA

Cosa sono e quando sono necessari i prestiti delega.